The Shakers

CREAZIONI

a partire da €1708

BIOGRAFIA

The Shakers erano una setta religiosa fondata in Inghilterra alla fine del 1700. Fondata da Jane e James Wardley credevono nella proprietà comune dei beni e nella vita in comunità. Perseguitati per la loro fede, nel 1774 emigrarono in America, dove fondarono il primo villaggio Shakers dove conducevano una vita di astinenza e celibato. La filosofia Shakers era che ogni oggetto di casa avrebbe dovuto avere una propria funzionalità, essere semplice, senza decorazioni inutili e di qualità. I mobili prodotti dagli Shakers erano quindi progettati e realizzati per adempiere ad un compito, l’utilità come motto preferito.
La qualità del lavoro era vista come una testimonianza di Dio, per questo motivo ogni realizzazione era curata maniacalmente.
Lo stile era quindi semplice e ordinato, prediletti gli open space. I colori maggiormente utilizzati erano rosso, blu, giallo e verde e il materiale utilizzato era il legno, prediletto il ciliegio e l’acero. Il lavoro era eseguito esclusivamente a mano, “le mani per lavorare e il cuore a Dio”. Nel corso della storia, ovunque si stabilirono, lo stile degli Shakers venne influenzata dalle tradizioni artistiche popolari.
Le tinture utilizzate erano vegetali naturali, sempre opache e non lucide per non alterare la realtà.
All’interno della casa si tendeva ad appendere ogni cosa. Se un oggetto poteva essere sollevato, veniva sollevato. Questo rendeva gli spazi ordinati e più facilmente pulibili (sedie appese al soffitto). Gli armadi erano a tutta parete, le maniglie tutte allineate, i tessuti naturali, le assi del pavimento naturali con la possibilità di essere verniciate. Gli Shaker non credevano nel disordine e non sopportavano gli oggetti non necessari, tuttavia, piccoli dettagli, come le candele di cera d’api, sacchetti di lavanda e giocattoli di legno potevano completare l’aspetto generale.
I mobili Shaker erano realizzati per uso proprio ma venivano anche venduti.

Molti esempi di mobili Shaker sopravvivono tutt’oggi conservati in musei storici sia negli Stati Uniti che in Inghilterra, così come in numerose collezioni private. I principi alla base della progettazione Shaker hanno dato ispirazione per alcuni dei migliori progettisti di mobili moderni.
La firma del Designer Shaker non esiste, gli Shakers non credevano nell’attribuzione di meriti individuali.

WhatsApp chat Contattaci con WhatsApp