Charles Rennie Mackintosh

CREAZIONI

a partire da €1098
a partire da €841
a partire da €1083
a partire da €453
a partire da €326
a partire da €265

BIOGRAFIA

Mackintosh Charles Rennie (Glasgow 1868, Londra 1928), considerato uno dei maggiori esponenti dell’Art Nouveau iniziò la sua carriera frequentando le lezioni serali di disegno e pittura alla Glasgow School of Art mentre svolgeva un periodo di tirocinio nello studio di architettura di John Hutchinson a Glasgow. Nel 1891 vinse una borsa di studio per un viaggio in Italia che completò visitando Parigi,Bruxelles,Anversa e Londra. Nel 1899 iniziò a lavorare nel nuovo studio di architettura di Honeyman &Keppie a Glasgow, dove restò fino al 1913. Mackintosh, Herbert MacNair (1868-1955), Frances Macdonald (1873-1921) e Margaret Macdonald ( 1864-1933 ) costituirono il gruppo “ The Four “ in seguito meglio conosciuto come “ Spook School “; esposero insieme per la prima volta nel 1894,quindi nel 1896 all’Arts Grafts Exhibition Society di londra e all’VIII Mostra secessionista di Vienna nel 1900, riscuotendo grande successo.

Quello stesso anno Mackintosh sposò Margaret Macdonald con la quale collaborò a numerosi progetti decorativi. Mackintosh ha creato uno stile che combina la razionalità delle linee rette e degli angoli con la morbidezza di sottili linee floreali. Credeva nel total design, quindi disegnando un edificio, lo pensava anche nei minimi particolari dell’arredo. Era infatti architetto, designer, disegnatore di stoffe e pittore di acquerelli. Nei suoi edifici lo stile scozzese classico e le innovazioni dell’Art Noueveau si fondono, ma è soprattutto negli interni che si fanno sentire, e vedere, gli aspetti più caratterizzanti del suo stile. Nel 1902 Fritz Warndorfer (1869-1939), principale finanziatore della Secessione viennese e successivamente dei Wiener Werkstatte, gli commissiono’ una sala da concerti (1902-1903), descritta dal critico Ludwig Hevesi come “ un luogo di delizie spirituali”. A cavallo tra i due secoli Mackintosh progettò diversi edifici pubblici e residenze private a Glasgow e dintorni, tra cui il suo capolavoro: la Glasgow School of Art (1896-1909). Ai suoi interni piu’ interessanti appartengono le sale da tè di Glasgow decorate per Catherine Cranston; le sale di Buchanan Street (1896) e Argyle Street (1897) furono invece progettate in collaborazione con George Walton.

Il suo approccio all’architettura e al design implicava il ricorso al simbolismo e all’equilibrio degli opposti: modernità e tradizione, luce e buio, maschile e femminile. Nel 1914 Mackintosh lasciò Glasgow per trasferirsi a Londra dove disegnò tessuti dai colori saturi e motivi ritmati, che anticiparono l’Art Dèco. Non ricevendo commissioni architettoniche a Londra, nel 1923 si trasferì a Port Vendres, in Francia, dove si dedicò esclusivamente alla pittura di acquerelli. Nel 1927 tornò a Londra per problemi di malattia che lo portarono alla morte nel 1928. Mackintosh fu il principale designer della Glasgow School; sia il suo iniziale stile organico che il successivo stile geometrico hanno esercitato enorme influenza sulla Secessione viennese e i Wiener Werkstatte.

I suoi mobili (hill house 1903-4) riflettono una crescente tendenza alla stilizzazione e quasi all’astrazione: le celebri sedie con lo schienale altissimo sono, ad esempio, monumenti alla sedia ideale più che oggetti d’uso pratico.

WhatsApp chat Contattaci con WhatsApp